Chitarra: Origine ed Evoluzione

  • 23 Maggio 2024
  • 10 Min Read

Introduzione

La chitarra è uno degli strumenti musicali più amati e diffusi al mondo. Da concerti rock a serenate acustiche, la chitarra ha lasciato un’impronta indelebile nella musica e nella cultura popolare. Ma ti sei mai chiesto da dove viene questo strumento affascinante? O quali sono le sue diverse tipologie e i loro suoni unici? In questo articolo, esploreremo l’origine, i vari tipi e il suono della chitarra, oltre a conoscere chi ha inventato la chitarra classica e quanti tipi di chitarra esistono.

Cos’è la Chitarra?

La chitarra è uno strumento musicale a corde, solitamente sei, che viene suonato pizzicando o strumming le corde con le dita o un plettro. È conosciuta per la sua versatilità e la capacità di adattarsi a diversi generi musicali, dalla musica classica al rock.

Origine della Chitarra

L’origine della chitarra risale a millenni fa. Gli antichi strumenti a corde come la “kithara” greca e il “sitar” indiano sono considerati antenati della chitarra moderna. Durante il Medioevo, in Spagna, si sviluppò la “vihuela”, uno strumento molto simile alla chitarra odierna. Con il passare dei secoli, la chitarra ha subito diverse evoluzioni, adattandosi ai cambiamenti culturali e musicali.

Invenzione della Chitarra Classica

La chitarra classica moderna è stata sviluppata nel XIX secolo dal liutaio spagnolo Antonio de Torres Jurado. Le sue innovazioni, come l’uso di un corpo più grande e la disposizione delle corde, hanno definito lo standard per le chitarre classiche contemporanee.

Il Suono della Chitarra

Il suono della chitarra varia notevolmente a seconda del tipo. La chitarra acustica produce un suono naturale e risonante, mentre la chitarra elettrica, grazie agli effetti e agli amplificatori, può produrre una gamma infinita di tonalità, dal pulito cristallino al distorto potente. La chitarra classica, invece, è nota per il suo timbro dolce e melodioso.

Tipi di Chitarra

Chitarra Acustica

La chitarra acustica è uno strumento che produce suono attraverso la vibrazione delle corde, amplificata dalla cassa di risonanza. Questa caratteristica le permette di essere suonata senza la necessità di un amplificatore, rendendola ideale per esibizioni intime e acustiche. Le chitarre acustiche possono essere ulteriormente suddivise in diverse categorie:

chitarra - tipi di chitarra - chitarra acustica

  • Chitarra Dreadnought: Conosciuta per il suo corpo grande e il suono potente, la dreadnought è perfetta per il folk e il country. Il suo design consente una proiezione sonora elevata, ideale per accompagnare la voce.

  • Chitarra Jumbo: Ancora più grande della dreadnought, la chitarra jumbo produce un suono molto ricco e potente, con bassi profondi. È spesso utilizzata nei generi pop e rock acustico.

  • Chitarra Parlor: Con un corpo più piccolo, la chitarra parlor è comoda da suonare e offre un suono più focalizzato e brillante, adatta per il blues e il fingerstyle.

Chitarra Elettrica

La chitarra elettrica utilizza pickup magnetici per convertire le vibrazioni delle corde in segnali elettrici, che poi vengono amplificati. Questo permette una vasta gamma di suoni, dalle melodie cristalline alle distorsioni più pesanti. Le chitarre elettriche sono estremamente versatili e possono essere utilizzate in molti generi musicali. Alcuni tipi di chitarra elettrica includono:

  • Chitarra Solid Body: La tipologia più comune di chitarra elettrica, senza cassa di risonanza. Esempi celebri includono la Fender Stratocaster e la Gibson Les Paul, utilizzate in rock, blues e jazz.

  • Chitarra Semi-Hollow: Queste chitarre combinano un corpo cavo con elementi solidi, offrendo un suono caldo con meno feedback rispetto alle hollow body. La Gibson ES-335 è un esempio classico, popolare nel jazz e nel blues.

  • Chitarra Hollow Body: Completamente cava, offre un suono pieno e risonante, ma è più suscettibile al feedback. Queste chitarre sono spesso usate nel jazz e nel rockabilly.

Chitarra Classica

La chitarra classica ha corde di nylon e un corpo più grande, ideale per la musica classica e flamenca. La sua costruzione favorisce un suono caldo e ricco, perfetto per eseguire brani complessi con una grande espressività. Le chitarre classiche possono variare in base alla loro costruzione e ai materiali utilizzati:

  • Chitarra Classica Standard: Con una scala di circa 650 mm, è la più comune e utilizzata per eseguire repertori classici e contemporanei.

  • Chitarra Flamenca: Simile alla chitarra classica ma con un corpo leggermente più stretto e un action più basso per facilitare le tecniche specifiche del flamenco, come il rasgueado.

  • Chitarra da Concerto: Costruita con materiali di alta qualità e un design meticoloso per offrire una proiezione sonora eccezionale e una tonalità ricca, ideale per esibizioni solistiche.

 

Ulteriori Approfondimenti

Chitarra Acustica Amplificata

Molte chitarre acustiche moderne sono dotate di pickup e preamplificatori integrati, che permettono di amplificare il suono senza perdere le qualità acustiche. Questo le rende estremamente versatili, adatte sia per esibizioni acustiche che amplificate.

Chitarra Elettroacustica

Una variante della chitarra acustica, la chitarra elettroacustica è progettata per essere suonata sia acusticamente che tramite amplificazione. Include un sistema di pickup che cattura il suono acustico, permettendo di mantenere la naturalezza del suono anche quando amplificata.

Chitarra Baritona

La chitarra baritona ha una scala più lunga e una accordatura più bassa rispetto alle chitarre standard, offrendo un suono più profondo e ricco. È utilizzata in vari generi, dal jazz al metal, per aggiungere una dimensione sonora unica.

Chitarra a 12 Corde

La chitarra a 12 corde ha sei paia di corde, ciascuna coppia accordata all’unisono o all’ottava. Questo crea un suono più pieno e risonante, spesso utilizzato nel folk e nel rock per creare texture sonore ricche.

Chitarra Resonator

La chitarra resonator, o chitarra resofonica, utilizza coni metallici all’interno del corpo per amplificare il suono. Questo design unico produce un suono molto distinto e brillante, ideale per il blues e il bluegrass.

Con una varietà così ampia di chitarre disponibili, ogni musicista può trovare lo strumento che meglio si adatta al proprio stile e genere musicale. Che tu preferisca la dolcezza delle corde di nylon o il ringhio delle corde d’acciaio, la chitarra offre un mondo di possibilità sonore da esplorare.

Componenti della Chitarra

Corpo della Chitarra

Il corpo della chitarra è la parte principale che amplifica il suono delle corde. Può essere realizzato in vari tipi di legno, ciascuno con proprie caratteristiche sonore. Ad esempio, l’acero produce un suono brillante e definito, mentre il mogano offre toni più caldi e pieni. Nelle chitarre elettriche, il corpo può essere solido, semi-hollow o hollow, influenzando ulteriormente il timbro e la risposta dello strumento. Le dimensioni e la forma del corpo, come nei modelli dreadnought, parlor o jumbo per le acustiche, determinano la proiezione e la risonanza sonora.

Manico della Chitarra

Il manico della chitarra è la parte lunga dove sono collocate le corde e i tasti. La qualità e il comfort del manico influenzano significativamente la suonabilità dello strumento. I manici possono variare in base al profilo (ad esempio, a forma di “C”, “V” o “D”), alla larghezza e al raggio della tastiera. Alcuni manici sono realizzati in un unico pezzo di legno, mentre altri possono avere una costruzione a più pezzi per maggiore stabilità. La regolazione del truss rod, una barra interna al manico, permette di mantenere la corretta curvatura, fondamentale per evitare buzz e garantire una buona action.

Tastiera della Chitarra

La tastiera è la superficie dove si premono le corde per cambiare le note. Solitamente realizzata in legno duro, come l’ebano o il palissandro, la tastiera deve essere liscia e resistente all’usura per garantire una buona intonazione e suonabilità. I tasti, piccoli segmenti metallici inseriti nella tastiera, definiscono le note suonate. Il numero di tasti varia tra i diversi tipi di chitarra, con le elettriche che solitamente hanno 21, 22 o 24 tasti, mentre le classiche e acustiche ne hanno solitamente 19 o 20. La manutenzione della tastiera, come la pulizia e la levigatura dei tasti, è essenziale per mantenere una buona condizione dello strumento.

Ponticello della Chitarra

Il ponticello è la parte della chitarra dove le corde sono ancorate sul corpo. È fondamentale per la trasmissione delle vibrazioni delle corde al corpo dello strumento. Nelle chitarre acustiche e classiche, il ponticello è spesso realizzato in legno con una selletta in osso o plastica, mentre nelle elettriche può essere in metallo, con meccanismi per regolare l’intonazione e l’altezza delle corde. Il tipo di ponticello influisce notevolmente sul sustain e sulla stabilità dell’accordatura. Ad esempio, i ponticelli fissi offrono maggiore stabilità, mentre quelli tremolo permettono effetti di vibrato.

Altri Componenti Importanti

  • Meccaniche: Le meccaniche, o chiavette, sono gli elementi che permettono di accordare le corde della chitarra. La loro qualità e precisione sono cruciali per mantenere l’accordatura stabile. Le meccaniche possono essere aperte o chiuse, con diversi rapporti di ingranaggi che determinano la sensibilità della regolazione.

  • Capotasto: Il capotasto è la barra trasversale situata all’inizio della tastiera, che sostiene le corde sopra il manico. Può essere realizzato in osso, plastica o grafite, e influisce sull’altezza delle corde e sull’intonazione.

  • Preamplificatore e Pickup: Nelle chitarre elettriche e elettroacustiche, i pickup convertono le vibrazioni delle corde in segnali elettrici. I preamplificatori, presenti nelle elettroacustiche, amplificano questi segnali per la connessione a sistemi di amplificazione esterni. I pickup possono essere single coil, humbucker o piezoelettrici, ciascuno con caratteristiche sonore uniche.

  • Battipenna: Il battipenna è una placca protettiva situata sotto le corde, spesso in materiale plastico, che protegge la finitura del corpo dai graffi durante il suonare.

  • Jack di Uscita: Nelle chitarre elettriche e elettroacustiche, il jack di uscita è il punto di connessione per il cavo che collega la chitarra all’amplificatore. La sua posizione e costruzione influiscono sulla praticità e la durata del collegamento.

Tecniche di Suonare la Chitarra

Fingerpicking

Il fingerpicking è una tecnica che utilizza le dita per pizzicare le corde individualmente, creando melodie complesse e armonie. Questa tecnica è molto comune nella musica folk e classica. Ogni dito è solitamente assegnato a una corda specifica, permettendo al chitarrista di suonare note multiple simultaneamente.

Strumming

Lo strumming è il movimento delle dita o del plettro attraverso tutte le corde simultaneamente per creare un suono ritmico. Questa tecnica è fondamentale in generi come il pop, il rock e il country. Lo strumming può variare da semplici movimenti su e giù a pattern più complessi che includono tecniche di muting per creare dinamiche diverse.

Uso del Plettro

Il plettro, o pick, è un piccolo attrezzo che viene utilizzato per pizzicare le corde. È spesso preferito nei generi rock e pop per la sua precisione e forza. Il plettro permette di suonare con maggiore velocità e definizione, rendendolo uno strumento essenziale per molti chitarristi.

Accordatura della Chitarra

Accordare la chitarra è essenziale per ottenere il miglior suono possibile. L’accordatura standard, EADGBE, è la più comune, ma ci sono molte altre accordature alternative che possono essere utilizzate per creare diversi suoni e atmosfere. Ad esempio, l’accordatura “drop D” abbassa la sesta corda di un tono intero, permettendo di ottenere un suono più profondo e potente, spesso utilizzato nel rock e nel metal. Accordare la chitarra regolarmente e con precisione è cruciale per garantire che le note siano intonate e che l’esecuzione sia piacevole.

LEGGI IL NOSTRO ARTICOLO SU COME ACCORDARE LA CHITARRA

Manutenzione della Chitarra

Mantenere una chitarra in buone condizioni è essenziale per la sua longevità e suonabilità. La pulizia regolare delle corde e del corpo, la conservazione in un ambiente con umidità controllata e la sostituzione delle corde usurate sono pratiche fondamentali. Inoltre, è importante effettuare controlli periodici presso un liutaio per assicurarsi che il manico sia diritto, che l’action (l’altezza delle corde rispetto alla tastiera) sia corretta e che non ci siano problemi strutturali.

Contatti
Indirizzo

Via Taranto 22,
74015 - Martina Franca (TA)

Da quasi 1 secolo la Ditta Marangi Giovanni & Figli si distingue nel settore degli strumenti musicali per competenza, professionalità e per l’ampia scelta di strumenti musicali.